Vai a…

Cuoredilazio on YouTubeRSS Feed

Auguri cara Lazio, la prima squadra della capitale, e quanto vale…


(9 gennaio 2017 ore 8.57)

Cara vecchia amata Lazio, 117 sono gli anni che compi , tanti solo per chi ne ha almeno una ventina meno di te ,O FORSE Più, per noi sempre pochi, e pieni di passione di cori della tua gente e di emozioni che solo una fede cosi grande può trasmettere.
Amare te non è mai solo rose e fiori, ma quanto orgoglio che abbiamo quando parliamo di te, le generazioni passate hanno tramandato a noi più giovani quei valori che ti si aggrappano addosso e non ti mollano.
Cara vecchia amata Lazio, oggi ti chiedo di far comprendere a molti giovani tifosi che la LAZIALITA’ non è un bollo che si mette in mostra su un documento, non è una virtù che si acquisisce con offese, con violenze, con la sopraffazione del più debole.
La LAZIALITA’ è la massima spiritualità sportiva scolpita nell’anima e che si accende ad ogni battito del cuore, la LAZIALITA’ deve essere uno stile di vita un modo di essere, un credo, e va difesa ad oltranza contro tutto e contro tutti.
La vera LAZIALITA’ è quella che ti fa difendere i colori biancocelesti a prescindere da tutto, è quella che ti fa rispettare qualsiasi giocatore indossi l’aquila sul petto, che ti fa ragionare con un altro laziale come te che magari crede di essere dalla parte della ragione e cerca di aggredirti credendoti più debole, ma no tu hai la LAZIALITA’ che ti permette di fargli capire che il bene della Lazio va oltre ogni cosa.
Cara Lazio, il nostro simbolo impera da millenni e simboleggia da sempre tutto il meglio che c’e’ da esprimere, potenza, libertà, fierezza, bellezza, imponenza, agilità, fedeltà, l’aquila è da sempre per noi la massima aspirazione da seguire a modello, noi non la tradiremo mai.
Cara Lazio ora e per sempre sarai per noi un punto di riferimento che ci accoglie tutti indistintamente uniti nelle vittorie, ma soprattutto nelle sconfitte sportive, e si di sconfitte solo sportive noi laziali possiamo averne dato che abbiamo vinto tutto quello che c’era da vincere scegliendo di amarti ogni giorno della nostra vita.

Tags:

Altre storie daEditoriale

About Orlando De Rossi,