Vai a…

Cuoredilazio on YouTubeRSS Feed

Futuri compagni di squadra?


(23 luglio 2016)

Convocati dal tecnico Rogerio Micale, Rodrigo Caio e Felipe Anderson sono compagni nella Seleção Olimpica.
Entrambi intervenuti durante una conferenza stampa, Felipe Anderson assicura che il compagno di squadra, Rodrigo Caio, sarebbe il benvenuto nella capitale.
“E’ un club che amo e che mi ha accolto molto bene. La città di Roma è meravigliosa ed i tifosi sono appassionati, si sente l’atmosfera del calcio tutti i giorni.
Se fosse contrattato, si troverebbe in un club ben strutturato e che lotta per la parte alta della classifica. Sarebbe il benvenuto “,
ha riferito Anderson questo pomeriggio durante la conferenza stampa nel centro tecnico della nazionale brasiliana, Granja Comary di Teresópolis, Rio de Janeiro.  “Io e Felipe siamo amici e dalle prime convocazioni in nazionale abbiamo condiviso la stessa stanza. Sul futuro, non so cosa possa succedere, voglio decidere con calma dopo l’e olimpiadie. Ora penso al Brasile,  a far bene e vincere la medaglia d’oro.
Questo è l’obiettivo di tutti noi”, ha riferito Rodrigo Caio. “Ho faticato molto per arrivare fin qui e adesso non posso che pensare alle olimpiadi.
Devo analizzare tutto e pensare al futuro, ma lo farò solo dopo le Olimpiadi.
Il mio obiettivo ora è quello di aiutare la squadra a vincere “.

Intervenuto successivamente Felipe Anderson allertando i compagni di squadra Rodrigo Caio, Gabriel Jesus e Gabigol, al centro di trattative di mercato con club europei.
“Bisogna stare attenti a pensare troppo al futuro e dimenticarsi del presente, soprattutto ora, che abbiamo un torneo davanti da affrontare e che potrebbe essere un’opportunità unica nella vita.
Ma tutti i giocatori qui sono molto ben consigliati e certamente non si perderanno nei sogni, c’è sempre un po ‘di ansia, ma è necessario separare il presente dal il futuro.”

fonte : http://www.foxsports.com.br/news/265040-seria-bemvindo-diz-felipe-anderson-sobre-rodrigo-caio-na-lazio

Altre storie daCalciomercato

About Lorenzo Cipollone,