Vai a…

Cuoredilazio on YouTubeRSS Feed

Lazio, Fatta per Luka Romero. Lunedi visite e partenza per Auronzo. Ma facciamo il punto mercato.


Il mercato è ufficialmente iniziato da 18 giorni e la Lazio ha inserito al momento 3 nuovi volti nella rosa,  Hjsay, Felipe Anderson e Kamenovic. A questi domani si aggiungerà Luka Romero che una volta sostenute le visite mediche di rito, salirà ad Auronzo per aggregarsi in prima squadra dove il mister Sarri lo vuole vedere attentamente in quanto se ne parla un gran bene. Molti sostengono che questo acquisto è stato fatto per la primavera, noi crediamo il contrario visto l’enorme talento che accompagna le gesta di questo sedicenne che già ha esordito in prima squadra col Mallorca e segnato anche un gol in Liga. All’appello però mancano altre pedine altrettanto importanti per lo scacchiere del mister tosco napoletano. La società sta lavorando alacremente per consegnare a Sarri il prima possibile, tutte le pedine con cui poter lavorare serenamente. Alcune trattative sono praticamente concluse e attendono solo il via libera dettato dalla modifica dell’indice di liquidità in positivo (attraverso alcune cessioni) che consentirebbero di ufficializzare degli acquisti già chiusi. Parliamo in prevalenza di un centrocampista come Toma Basic, di un esterno offensivo e all’occorrenza mezzala offensiva come Julian Brandt, Parliamo di un esterno offensivo da schierare a sinistra come Pablo Sarabria. Sul centrocampista Croato che si alternerebbe a Leiva, siamo praticamente alle firme. Firme che avverranno appunto nel momento in cui si potrà ufficializzare attraverso il miglioramento dell’ormai famoso indice di liquidità. Per Julian Brandt c’è un importante apertura del Dortmund che apre ad un prestito con diritto di riscatto fissato a 25 milioni. Qui il discorso potrebbe essere legato all’eventuale arrivo di Sarabria che è inserito nel pacchetto di acquisto di Correa da parte del PSG. Al momento l’0offerta dei francesi se soddisfa la Lazio come contropartita tecnica, non soddisfa la società biancoazzurra per il cash proposto ritenuto ancora troppo basso. Il PSG offre infatti 15 milioni + Sarabia, la Lazio ne vuole minimo 18+ Sarabia. Le parti sono in continuo contatto e la sensazione è che a breve si possa chiudere. L’esterno spagnolo probabilmente escluderebbe l’arrivo del tedesco Brandt ma non è detto. Sarri in questo senso sta valutando attentamente sia l’allenamento che le prestazioni di Raul Moro e di Jony che potrebbero rivelarsi delle alternative valide e quindi non rendendo necessario un altro esborso in quel ruolo.
Sempre sul fronte acquisti, queste amichevoli (che sono iniziate ieri) daranno modo a Sarri di valutare movimenti e adattamento sia di Lazzari come quarto di destra difensivo che di Fares come quarto di sinistra difensivo. Ma mentre su Lazzari il mister è più che convinto che possa tranquillamente giocare anche in quel ruolo, molte più incertezze ci sono su Fares e quindi al momento la casella di un esterno sinistro difensivo tra gli acquisti da fare, non è stata depennata. Davanti Sarri in conferenza stampa di presentazione è stato molto chiaro, lui non vuole tre attaccanti centrali e quindi uno dei tre è di troppo. La logica porta quindi a puntare il dito su Caicedo che ha il contratto in scadenza a giugno 2022 e che come età va verso i 32 anni contro i 27 di Muriqi che oltretutto è costato una cifra di rilievo. Il terzo attaccante centrale è il titolarissimo Immobile. Quindi diciamo che la Lazio al momento sta cercando di chiudere la cessione di Correa che ha manifestato più volte alla società la volontà di cambiare aria, in modo da poter chiudere tutte quelle trattative praticamente chiuse ma non ufficializzate.
Le notizie che ci giungono parlano anche di altre cessioni minori che si stanno nel breve delineando e anche questo aiuterà non molto l’indice di liquidità oltre allo sfoltire la rosa.
Intanto da domani godiamoci anche Luka Romero che per numeri e talento, potrebbe stupire non solo i tifosi laziali ma tutta la platea del calcio. Spesso abbiamo criticato il calcio italiano e gli allenatori compreso i nostri, di non voler mai rischiare dei giovani talentuosi. Il solo Mihajlovic ha rischiato e lo ha fatto bene con Donnarumma al Milan a soli 17 anni ed ora vediamo che razza di giocatore è diventato Donnarumma. Il talento non dovrebbe mai essere frenato o nascosto. Poi ovviamente sta anche al giocatore non farsi travolgere ed avere carattere per emergere. Luka Romero ha tutto questo e chiede solamente di poter far vedere chi è. Sarri crediamo, saprà dargli il giusto spazio regalando alla Lazio, a se stesso e a tutti i tifosi laziali, un bel vedere.

Altre storie daCalciomercato