Vai a…

Cuoredilazio on YouTubeRSS Feed

Lazio, preso Basic ora manca solo l’esterno offensivo sinistro ma…


Mano Mano la Lazio sta riempiendo le caselle della rosa che Sarri ha richiesto sul mercato. Dopo aver preso l’esterno difensivo sinistro (Hysaj), il centrocampista duttile (Basic) e l’esterno destro offensivo (Anderson) la dirigenza biancoazzurra si sta concentrando per completare le richieste del mister Sari per quanto riguarda l’esterno sinistro offensivo. Tare e Sarri hanno decisamente punto Julan Brandt del Borussia Dortmund ma la strada non è semplice anche se in questi ultimi giorni , il club tedesco ha ammorbidito la sua posizione ed ora scenderebbe a patti anche attraverso un prestito con diritto di riscatto. Il tutto ruota inevitabilmente su Correa. Il giocatore da mesi attraverso i suoi agenti ha informato la Lazio di voler cambiare aria ma questo messaggio è stato recapitato alla Lazio quando ancora sulla panchina della Lazio sedeva Simone Inzaghi con la prospettiva di rinnovo. Ora però con un nuovo Mister e soprattutto con la credibilità di sarri e del suo modo di giocare, anche Correa sembra tornare su i suoi passi e la voglia di andarsene sta scemando sempre più per far posto ad ‘altra voglia di continuare a giocare con la Lazio sapendo che Sarri lo stima molto e che gli darebbe una maglia da titolare che ad 1 anno e mezzo dal prossimo mondiale in Qatar (novembre 2022)  sarebbe la miglior situazione per potersi giocare un posto nella lista dell’Argentina. Andare per esempio nel PSG potrebbe voler dire guardarsi molti match con la conseguenza di mettere in pericolo la convocazione in nazionale. Quindi la sua permanenza alla Lazio farebbe cambiare gli obiettivi della Lazio che a quel punto andrebbe a sondare degli esterni offensivi che stiano dentro come alternativa. Ecco quindi che si spiegano i contatti in queste ultime ore sia con Callejon che con Pedro che rispettivamente Fiorentina e Roma hanno lasciato fuori dai loro progetti. Entrambi hanno lavorato con Sarri, Callejon al Napoli, Pedro al Chelsea ed entrambi sarebbero ben felici di tornare al servizio del Comandante. Qualche ostacolo però c’è. Pedro non è ancora svicolato dalla Roma che pur lasciandolo fuori dal progetto, vorrebbe ricavarci qualcosa dalla sua cessione. Ovvio che a questa condizioni la Lazio nemmeno lontanamente si siederebbe al tavolo con Pedro, quindi il giocatore dovrebbe prima svincolarsi dalla Roma e poi eventualmente accordarsi con la Lazio.
Anche Callejon ha con la Fiorentina la stessa situazione ma la società viola in questo caso, creerebbe molti meno problemi per lo svincolo. Resta aperta anche un’altra ipotesi molto affascinante, quella di Ribery che ha manifestato più volte la voglia di rimanere a giocare in serie A. E’ svincolato, guadagna tanto ma l’accordo economico non sarebbe un problema. Piuttosto il problema potrebbe essere la sua affidabilità fisica che nell’ultima stagione è venuta meno. Però anche Ribery è entrato in lista esterni della Lazio se Correa deciderà di rimanere convinto di sposare il nuovo progetto Lazio – Sarri.
Nel caso che Correa invece venga ceduto, probabilmente Tare si butterà a capofitto su Brandt con però l’opzione Sarabia che indubbiamente è chiuso al PSG che potrebbe anche essere disposto a dare il ragazzo in prestito con riscatto.
Sicuramente tuto avrà una sua direzione definitiva, quando Correa tornerà dalle vacanze e parlerà con Sarri e la società. Nel frattempo come vi avevamo annunciato nei giorni scorsi, si stanno sbloccando alcune uscite minori che potrebbero intanto permettere l’ufficializzazione dei nuovi acquisti che già lavorano ad Auronzo più Basic. Intanto la squadra sembra divertirsi in campo e le due amichevoli fin qui giocate, hanno dato indicazioni di grande spettacolarità di gioco e di grande disponibilità dei giocatori a seguire i dettami tattici dell’allenatore.

Altre storie daCalciomercato