Vai a…

Cuoredilazio on YouTubeRSS Feed

Le nostre “opinioni” senza voto sui singoli…


REINA: Giornata piuttosto tranquilla, non corre particolari rischi e fa il suo con naturalezza.

MARUSIC : Migliore in campo, ormai è un’assoluta certezza e si adatta in qualsiasi posizione del campo, molto bene in copertura, attento e continuo

ACERBI : Viene costantemente malmenato dagli avversari, Ace è una garanzia, sempre attento e preciso negli interventi

RADU : Al 92’ serve un pasticcino che vale i 3 punti al Sergente, partita buona, corsa e grinta non mancano mai

AKPA AKPRO: Esce all’82’ sfinito dal campo, corre si impegna per tutta la partita ma Lazzari è un’altra cosa

Dall’83’ PAROLO sv

MILINKOVIC : Fino al gol la prestazione era stata discreta, il campione si vede nei momenti di difficoltà ed il Sergente quest’oggi ha dimostrato di esserlo

LEIVA: Migliora di partita in partita, non è il Leiva della scorsa stagione, ma sicuramente tiene molto bene la posizione e soprattutto migliora la tenuta fisica..

Dall’83’ ESCALANTE sv

LUIS ALBERTO: Da tutto in campo come sempre, il dolore alla caviglia sicuramente si fa sentire, ma lo spagnolo non ha assolutamente demeritato.

Dal 75’ PEREIRA: Si impegna e si rende utile alla squadra, il giocatore ha qualità, dovrebbe giocare di più.

FARES: Sicuramente meglio rispetto ad altre prestazioni, ma non è il giocatore che abbiamo visto nello Spal. Da rivedere

Dal 75’ LULIC: Entra e cerca di dare una mano ai suoi compagni, ma non è il Lulic che conosciamo. L’infortunio ha lasciato il segno, si percepisce una certa paura in alcune circostanze.

CAICEDO: Il panterone segna ma l’arbitro Chiffi annulla su segnalazione del Var. Ottima prestazione, mette fisicità e si impegna come sempre.

Dal 68’ MURIQI: Ci prova soprattutto nel gioco aereo, ha bisogno di tempo per inserirsi, ma qualche miglioramento inizia a vedersi.

IMMOBILE: Sfortunatissimo, ci prova ma la sua conclusione si schianta sul palo. 8a partita senza gol ma nulla da dire sull’impegno della scarpa d’oro.

ALL. FARRIS: Bravo Max.

Altre storie daL'opinione