Vai a…

Cuoredilazio on YouTubeRSS Feed

Paolo Signorelli a “La Nostra Lazio”: «La Curva Nord, fuori da logiche denigratorie e vicina alla squadra…»


15 MARZO 2017 ORE 10:54

Torna l’appuntamento settimanale con “La Nostra Lazio”, trasmissione ideata e condotta da Rodolfo Casentini e Carlo Cagnetti fruibile sul canale web STAPRADIO. Ospite odierno, un gradito ritorno: Paolo Signorelli de www.lultimaribattuta.it
Si è parlato della bella vittoria contro il Torino, della pregevole prestazione dei biancocelesti che vivono un’ottimo periodo di forma e del ritrovato apporto del tifo, fondamentale nel raggiungimento dei risultati: purtroppo ancora pochi spettatori presenti, ma su questa cifra si assesta il pubblico della Lazio. “La vittoria è stata bella ed importante, sul discorso pubblico purtroppo si è creata questa corrente disfattista e la squadra potrebbe risentire di questa divisione. Una divisione che sembra ormai irrecuperabile; con una squadra in questa condizione mi spiace vedere lo stadio popolato da soli 18.000 tifosi. Ma credo sia più un problema di pigrizia: in altre occasioni – il derby, ad esempio – la Curva si è riempita compresi i distinti.

Si pretendono lo stadio, si pretendono tante cose: ma se queste sono le premesse, non si va da nessuna parte. Si vuole lo stadio di 40000 posti, per poi ospitare 10000 presenze…

Lo spettatore biancoceleste non ha la cultura dello stadio: molti episodi ci sono stati anche in passato, ora amplificati dalla contestazione a Lotito che ha creato ancora più negatività intorno alla Lazio. Oggi si da voce allo scontento anche tramite i moderni mezzi di comunicazione, forse è una battaglia persa: chi non vuole andare allo stadio non ci andasse, chi è disamorato restasse disamorato. La Curva Nord deve restare fuori da logiche denigratorie, mi infastidisce leggere considerazioni offensive da persone che della Curva Nord non conoscono niente.

C’è un gruppo di persone che diffonde un gettare fango sulla Lazio: è fastidioso, perché da alcune dinamiche di cui non ero a conoscenza ora mi accorgo che ci sono persone che criticano senza soffermarsi sul merito. La mia battaglia è nel vedere uno stadio dignitoso – 30000 presenze – ma vedo che il momento attuale è forse uno dei peggiori dell’ambiente laziale. Vedo gente che è già proiettata al prossimo anno: c’è disfattismo, c’è pessimismo, si predica uno smantellamento della rosa. “

E a chi auspica un fallimento, per poi rinascere dalle proprie ceneri – si getterebbe all’oblio una storia centenaria, si presterebbe il fianco all’altra squadra della capitale: “Certe cose bisogna pensarle, prima di scriverle.”
Sulla trasferta di Cagliari: “A Cagliari la curva sarà presente, con il suo seguito di ragazzi che fanno tanti sacrifici per supportare la squadra. Ci auguriamo un riconoscimento societario ai meriti della Curva Nord, che è tornata a lottare al fianco della squadra. I tifosi della curva se lo meritano, e la società ha ora modo di rimediare ai tanti errori commessi in passato. Anche perché senza la Curva lo stadio sarebbe desolatamente vuoto: ora, affiancati ai veterani del tifo, ci sono tanti ragazzetti che sono il futuro della Lazio.” Il pronostico pre Cagliari – Lazio viene omesso per scaramanzia, ma si riconosce la difficoltà dell’impegno. Contro la Lazio tutte le formazioni vengono a disputare una partita all’altezza.

In ultimo, sui cori a Lotito: “Non si cancella il passato, capisco possa dare fastidio ma credo serva a far capire che la Curva è tornata, ma non ha dimenticato. Sul pareggio del Torino io credo che la Curva abbia avuto un ruolo importante” – poi si ha diritto a contestare ma all’interno dello stadio, aggiunge giustamente Rodolfo.
Si ricorda che l’intero intervento può essere riascoltato scaricando gratuitamente il podcast, il cui link si trova sulla pagina Facebook Casa Lazio 365.

Tags: , , , , ,

Altre storie daLe Nostre Interviste

About Arianna Michettoni,