E poi c’è Zac, e la Lazio vola

di Carlo Cagnetti

Lazio al bacio, Zac punge il Verona e sono altri 3 europunti

Continua la rincorsa della Lazio alla Champions con la strameritata vittoria di misura contro l’aspro Verona che aveva pareggiato a Bergamo due giornate fa.

All’Olimpico, il cui manto erboso ora fa invidia anche ai campi della Premier, popolato da 35.000 tifosi, decide il subentrante e rientrante Zaccagni a corollario di un’azione da manuale con il solito fantastico assist di un voglioso Mago, al secolo Luis Alberto.

Ottima la prova complessiva dei biancazzurri che hanno creato tanto, tirato molto, anche due legni, e rischiato poco.

Si stagliano le prestazioni di Castellanos, grande spirito di sacrificio e tecnica al servizio della Lazio, e Kamada, infaticabile tuttocampista, davvero un altro giocatore rispetto al passato sarriano, Bentornato a Mattia Zaccagni, gol decisivo e tanto amore per la Lazio con corsa verso la Nord e bacio all’aquila.

Con questi tre punti i biancazzurri salgono in classifica e si apprestano ad un rush finale a tutta birra. Per il Verona, che ha dimostrato il suo buon momento, uno stop che non cambia la sostanza della classifica. Dovrà lottare fino all’ultimo per salvarsi. M

Tutto è ancora in gioco, tranne lo scudetto all’Inter e la retrocessione della Salernitana. Prepariamoci al gran finale.