Lotito da sempre contro Agnelli


Lotito non ha mai nascosto la sua avversità nei confronti del potere che Agnelli presidente della Juventus, cerca di esercitare nei confronti degli altri club italiani. Questa Superlega poi ha ancora di più accentuato questo fronte opposto. Già tempo addietro il presidente della Lazio si era presentato alla riunione dell’ECA a nome anche di altri club, gridando con forza la loro opposizione a questa iniziativa che cancella di fatto ogni concetto dello sport e della meritocrazia. Ora Lotito ha ribadito tale concetto e lo ha ancora una volta bocciato nella maniera più assoluta.
Queste le sue parole in merito.

«È finito il tempo dei servi della gleba, dei vassalli e dei valvassori. Per la Super lega c’è una filosofia legata solo al business che non rappresenta la passione dei tifosi.
Non dobbiamo privare il calcio della sua vera anima: la passione, il sogno. Al contrario, dobbiamo mettere nella condizioni chiunque di concorrere per il risultato. Non esiste che un club ricco conti di più».