Vecino: “Siamo delusi per Lecce ma il lavoro porterà i suoi frutti”


Domani la Lazio sfida l’Empoli allo Stadio Olimpico. Saranno ben 2 gli ex che sfideranno il proprio passato: mister Sarri e Matias Vecino. Proprio quest’ultimo ha parlato della partita nel “match program” pubblicato Lazio. Ecco le sue parole:

VOGLIA DI RISCATTO DOPO LECCE – “La partita contro il Lecce è stata uno grande delusione per tutti noi. Abbiamo tanta voglia di riscendere subito in campo, contro l’Empoli abbiamo l’opportunità di tornare alla vittoria e ritrovare la nostra strada dopo due sconfitte consecutive“.

L’EMPOLI DI ZANETTI – “L’Empoli è sempre difficile da battere, conosco moto bene la loro mentalità propositiva. Anche contro l’Udinese hanno fatto bene e sfiorato la vittoria, per questo sarà una partita molto dura“.

DELUSIONE MONDIALE – “Il Mondiale è stato difficile, con l’Uruguay avevamo grandi obiettivi che purtroppo non siamo riusciti a centrare. Ho ritrovato la stessa Lazio di sempre, con i miei compagni vogliosi di fare bene. La ripresa a Lecce non è andata bene ma la squadra ha lavorato duramente durante il ritiro invernale e sono certo che presto si vedranno i frutti“.

L’ESPERIENZA EMPOLESE – “Un’avventura bellissima, fu il primo campionato in cui giocai con maggiore continuità. Eravamo tanti ragazzi giovani alla prima esperienza in Serie A, ci divertimmo e salvammo anche con alcune giornate di anticipo, un risultato impensabile a inizio stagione. In panchina c’era mister Sarri, anche lui al debutto in Serie A“.

DESIDERI PER IL 2023 – “Innanzitutto stare bene perché la salute è la cosa più importante. Poi voglio continuare ad allenarmi con la stessa gioia e motivazione di sempre per aiutare la Lazio a centrare i propri obiettivi sul campo“.