Sarri: i singoli, l’indice di liquidità e… i sassolini nella scarpa


Al termine della vittoriosa trasferta di Salerno, mister Sarri, ha dato ampie spiegazioni. Ha parlato sia della squadra, sia dei singoli, ma soprattutto si è voluto togliere qualche sassolino dalla scarpa riguardo l’indice di liquidità.

Andiamo per ordine:

Sergej Milinkovic-Savic

Io ho avuto la fortuna allenare il centrocampista di grandissimo livello Kovacic, quelli della Juventus, Zielinski, Hamsik. Sergio e rientra fra questi. Sergio mi sembra ultimi due mesi abbiamo fatto un percorso di concretezza che lo può portare veramente a fare un salto di qualità. E’ più concreto nel modo di giocare. Prima perdeva il pallone in maniera banale ora mi sembrano i giochi con molta meno superficialità, Ha molta più determinazione. le qualità di base sono elevate. è chiaro che può diventare tanta roba.

Ciro Immobile

Secondo me ha fatto un’altro passo in avanti. Tutti dicevano che era bravo solo in area di rigore  e molto meno bravo nel giocare con la squadra. Invece, ultimamente, da questo punto di vista, è migliorato molto. In area di rigore e sempre fenomenale nell’attacco della profondità che è la sua arma migliore. Ciro l’ha sempre fatto ora ci ha messo anche i movimenti incontro, ad aprire spazi per i compagni. La cosa mi fa contento e questo non gli ho tolto niente a livello individuale di goal segnati, anzi…

Manuel Lazzari

Paga colpe assolutamente non sue a livello di scelte, essendo una squadra che non era riuscita a trovare una grande solidità. E’ chiaro che è molto più bravo a spingere che non a difendere. Ad un certo punto della stagione non ce lo siamo potuti permettere. Non è colpa sua se ha queste caratteristiche. La squadra ha mostrato certi limiti e non ce lo siamo potuti permettere. Sperando di potercelo permettere in futuro.

I sassolini nella scarpa ed il mercato

Sto cominciando a studiare l’indice di liquidità (ironico), quello che non capisco è il perchè ci sono squadre indebitate che hanno l’indice di liquidità a posto. Faccio un po’ fatica. Il mercato è chiaro, se esce qualcuno sarà rimpiazzato. Altrimenti, se non esce nessuno, andremo avanti, così, fino alla fine. La società sa benissimo quello di cui io ho bisogno. Se si fa subito, meglio, altrimenti abbiamo 3/4 mesi per farci trovare pronti all’inizio della prossima stagione.

Le prossime partite

Noi stiamo facendo dei passi in avanti in quello che stiamo ricercando da tanti mesi. Nel bene o nel male questa squadra nelle ultime 5 partite ha fatto 10 punti. L’ultima l’abbiamo persa contro l’Inter facendo una prestazione discreta. Minimo di segnale di continuità ci sta arrivando. in questo periodo la partita dipende da MILLE fattori. il bollettino COVID e è uno spauracchio nella mente di tutti. sI arriva a preparare una partita e poi devi farne un’altra. io spero che questa continuità che abbiamo trovato con tanta fatica, perlomeno a livello di prestazioni rimanga intatta. Questa squadra ha un buon livello di applicazione, non riesce poi in tutte le partite arrivare a mentalmente al punto giusto. Se però togliamo le sei partite fatte dopo l’Europa League, la nostra classifica sarebbe veramente interessante. purtroppo questa queste energie mentali le svendiamo il giovedì. Il limite è di non riuscire a ricaricarle nelle 70 ore. Questo ci ha penalizzato molto.