Chiusura Curva Nord: ecco il comunicato degli Ultras Lazio


In attesa di sapere se la Lazio vincerà il ricorso contro la chiusura per un turno della Curva Nord, arriva il comunicato degli ‘Utras Lazio‘ in merito alla decisione del Giudice Sportivo. Di seguito il testo:

IL SOLITO CALCIO IPOCRITA, I SOLITI SIGNORI DEL PALLONE CHE SEGUONO IL POLITICAMENTE CORRETTO PRONTI A GIUDICARE, CONDANNARE E PUNIRE. CI SI INDIGNA PER UN CORO E SI CHIUDE UN SETTORE INTERO DI 10 MILA POSTI. PER QUALE MOTIVO? E ALLORA RICORDIAMO A LOR SIGNORI CHE HANNO ACCONSENTITO, PER SOLDI, A DISPUTARE UN MONDIALE IN QATAR, CON UN GIRO DI MAZZETTE DI MILIONI DI EURO SCOPERTO TRA GLI EURODEPUTATI PER FAVORIRE LA COMPETIZIONE. IN UN PAESE VERAMENTE RAZZISTA, OMOFOBO E DISCRIMINATORIO FINO AL MIDOLLO, DOVE LE DONNE NON POSSONO NEMMENO USCIRE DI CASA. ED ANCORA, RINFRESCHIAMO LA MEMORIA: OGNI DOMENICA, PERCHÉ QUESTO È LO STADIO DA SEMPRE, SI INSULTANO TIFOSERIE AVVERSARIE CON CORI DEL TIPO “ZINGARO”, “TERRONE”, “NOMADE”, MADRI E FIGLI, MA NESSUNO SI E MAI PRESO LA BRIGA DI CHIUDERE UNA CURVA. ED È GIUSTO CHE SIA COSI.

LO HANNO FATTO CON NOI LAZIALI, PER COLPIRCI, PER AFFOSSARCI IN NOME DELLA LOTTA (FALSA) AL RAZZISMO CHE USANO COME VOGLIONO LORO. NOI ANDIAMO AVANTI, SENZA PIEGARCI E SEMPRE A DIFESA DELLA NOSTRA LAZIO, IN OGNI STADIO D’ITALIA E D’EUROPA. ALLA FACCIA DI CHI CI ATTACCA E CONTRO CHI VUOLE PIEGARCI, CON LA CONSAPEVOLEZZA CHE NON CI RIUSCIRANNO MAI.

ULTRAS LAZIO