Conferenza stampa, Sarri: “Il messaggio oggi era chiaro. Milinkovic? Tempo due-tre partite…”


La Lazio vince di misura contro il Bologna e si qualifica ai quarti di finale di Coppa Italia. Il tecnico biancoceleste è intervenuto in sala stampa per parlare del match:

VICE-IMMOBILE – Crespi in prima squadra? Passare dalla Primavera 2 alla Serie A non è un passo così semplice, il ragazzo ogni tanto si allena con noi ma deve avere a disposizione ancora un percorso“.

TITOLARI – Il messaggio era chiaro, oggi era una delle partite ad altissimo rischio, nella fase iniziale le partite sembrano di scarso interesse e poi diventa una competizione importante. Giochiamo tra 5 giorni, il messaggio era chiaro, abbiamo dovuto fare questo perché il calendario ci pone questa partita. Non so se sarà ripetibile in futuro, il messaggio era quello e la prestazione è stata completamente in predominio eccetto gli ultimi sette minuti in cui ci siamo abbassati, nel secondo tempo avevamo la partita sotto controllo totale, dispiace non aver fatto il secondo gol, i tiri in porta sono 0 se si va a vedere la statistica“.

L’ASSENZA DI IMMOBILE – Nei primi 25 minuti se c’era Ciro ero più sereno, con loro così chiusi, è vero che Felipe non dà punti di riferimento ma qualche volta non li dà neanche a noi, per caratteristica sua. Non penso che con Ciro la media sia molto più bassa. Vorrei averlo tutte le partite, non ci manca solo in campo perché è un punto di riferimento anche fuori, nello spogliatoio“.

LUIS ALBERTO – “Le voci? Lui sa benissimo che non c’è niente in questo momento, non ci sono possibilità. E’ due mesi che dico che è il giocatore più in condizione fisica e mentale, purtroppo ha fatto novembre e dicembre dove non c’erano le partite. L’ho sempre detto che era in un momento di grandissima condizione fisica e faceva partite di grande livello in termini di fase difensiva e offensiva. Ora è un giocatore totale, un giocatore fenomenale“.

MILINKOVIC-SAVIC – L’impressione di superficialità non ce l’ho né contro il Sassuolo né oggi. Non è al top della condizione fisica ma sta giocando in maniera più concreta, forse si rende conto di non essere al top e si sta mettendo a disposizione. La strada la sta tracciando nella maniera giusta e mi aspetto una crescita esponenziale in 2-3 partite“.

RITORNO IMMOBILE – E’ difficile fare delle ipotesi, mi sembra che abbia un controllo martedì o mercoledì e quindi avremo indicazioni precise sui tempi. Mi aspetto e spero che il rientro sia abbastanza veloce”.

CHIARIMENTI CON LA SOCIETÀ? –Io non mi devo chiarire con nessuno, se si parla di sensazione mia io do le mie e do i miei pensieri che non li devo chiarire con nessuno. Non ho mancato di rispetto a nessuno e quindi non ho bisogno di chiarimenti con nessuno“.