Lazio-Galatasaray: dov’è la grinta?


Lazio-Galatasaray 0-0

Nella partita più importante della stagione sin qui disputata, La Lazio non è andata oltre un pareggio a reti inviolate. Una prestazione insufficiente per una squadra che non è riuscita a superare il muro turco.

Pur mantenendo, sempre e costantemente il pallino del gioco, gli uomini di Sarri non sono riusciti quasi mai ad impensierire Muslera. È stata una partita a dir poco scialba, con i biancoazzurri che hanno fatto un possesso di palla sterile, senza mai prendere un’iniziativa importante. Un dribbling che portasse alla superiorità numerica, un tiro da fuori area che potesse impensierire il portiere turco, un’imbucata per vie centrali che permettesse ad Immobile, o chi per lui, di battere a rete. Nulla di tutto questo.

La Lazio aveva il dovere di provare seriamente a vincere la partita per portarsi in testa alla classifica del girone. Sono venuti a mancare gli uomini migliori, quelli su cui si faceva forte affidamento, stiamo parlando di Milinkovic-Savic e di Luis Alberto subentrato nella ripresa. Il primo è stato addirittura irritante, lento, impacciato e con il suo continuo giocare con la suola delle scarpe. In una partita in cui serviva la clava i calciatori laziali hanno preferito usare il fioretto, consentendo al Galatasaray di festeggiare, allo scadere della partita, la conquista di un punto.

Solo Zaccagni ha indiscutibilmente meritato la sufficienza piena. Per la prima volta dall’inizio della stagione si è visto un Pedro in lieve calo, Immobile, che ha fatto pressing pressoché da solo, mal servito. Felipe Anderson, come nelle ultime prestazioni, non ha inciso assolutamente, lasciando intendere di essere sempre il solito calciatore discontinuo.

il risultato di 0-0 decretato al termine della gara ha sentenziato che la Lazio sarà costretta, nel mese di Febbraio, ad affrontare uno spareggio con una delle terze classificate della Champions League. Fortunatamente, almeno per il momento, i bianco azzurri non dovranno incontrare alcuna squadra italiana.

Vero è il fatto che con una vittoria la Lazio avrebbe avuto decisamente più tempo per prepararsi ed allenarsi meglio, apprendendo, si spera, i dettami di Maurizio Sarri.

Che calciatori, nella partita di ieri, non abbiano reso come ci si aspettava, lo si evince anche dalle pagelle stilate dai quotidiani sportivi nazionali. Pagelle che riportiamo di seguito:

CORRIERE DELLO SPORT – LAZIO (4-3-3): Strakosha 6; Hysaj 6 (63′ Lazzari 5,5), Luiz Felipe 6, Acerbi 6,5, Marusic 5; Milinkovic 4,5, Leiva 5 (72′ Cataldi 5,5), Basic 5,5 (72′ Luis Alberto 5,5); Pedro 5 (63′ Felipe Anderson 5), Immobile 5,5, Zaccagni 6,5. All.: Sarri 5.

GAZZETTA DELLO SPORT – LAZIO (4-3-3): Strakosha 6; Hysaj 5,5 (63′ Lazzari 6), Luiz Felipe 6, Acerbi 6, Marusic 5; Milinkovic 5, Leiva 6 (72′ Cataldi 6), Basic 6 (72′ Luis Alberto 5); Pedro 5,5 (63′ Felipe Anderson 5,5), Immobile 5,5, Zaccagni 6,5. All.: Sarri 5,5.