Christian: la vergogna si ripete con Sky


Adesso basta! Veramente basta! Non se ne può più.

Non bastava la serie tv Amazon Prime Video dedicata a Maradona, nella quale all’ex Pibe de oro veniva fatto dire, durante un Napoli-Lazio, “Questi fascisti ci vogliono umiliare, qui in casa nostra”, cosa assai improbabile in quanto, quella Lazio non poteva in alcun modo, considerata la squadra è la classifica del momento (era in zona retrocessione), umiliare una qualsiasi squadra. Maradona ha più volte ripetuto di avere il desiderio di allenare la prima squadra della capitale. Esistono filmati in cui l’ex idolo di Napoli canta l’inno della Lazio. Mettere in bocca a Maradona quelle parole e stata una vergogna che non ha reso giustizia ad uno dei re del calcio mondiale. Ma soprattutto ha avuto l’intento di offendere e calunniare una squadra storica e tutta la sua tifoseria.

Purtroppo così come per Amazon Prime Video, anche Sky, con la sua prossima serie Christian, è caduta in una vergognosa, triste, becera, volgare caduta di stile. In una scena, la password per aprire una cassaforte è costituita la le parole “Lazio M..da”.

Non ci vengano a dire, Lucky Red e Sky (coproduttori della serie), che non ne sapevano nulla, perché tutto ciò non è assolutamente credibile. I “signori” Valerio Cilio, Enrico Audenino, Renato Sannio e Patrizia Dellea, sceneggiatori della serie, con il regista Stefano Lodovichi, hanno deliberatamente scritto, approvato e girato quella scena. Non è assolutamente possibile che sia Lucky Red, sia Sky, non siano state a conoscenza delle parole riportate in sceneggiatura. La produzione di un film, di una serie tv, di una canzone passano sempre al vaglio della produzione.

E’ ora di finirla con l’usare il nome Lazio solo a scopo denigratorio. Il popolo biancazzurro è stanco. Si è oltrepassato ogni limite, ma d’altronde, si sa, certe frasi colpiscono più chi le usa di chi le subisce.

il parere dello scrivente e quello di boicottare assolutamente le serie tv che deliberatamente infangano il popolo biancazzurro e la sua storia. Fortunatamente la Lazio è ente morale ed è la squadra che ha portato il calcio nella Capitale d’Italia. la storia è storia e quella rimane. Ci vuole ben altro che pochi sceneggiatori, registi e produzioni compiacenti per cambiare quanto scritto nella memoria calcistica da oltre 122 anni.