Felipe Anderson: la conferenza stampa ad Auronzo


La prima conferenza stampa, svoltasi nel ritiro della S.S. Lazio, ad Auronzo di Cadore, ha visto protagonista Felipe Anderson.

“Sto molto bene, sono molto motivato. Ho trovato tutti i compagni carichi, felici e contenti. Abbiamo già in mente molte cose che abbiamo imparato lo scorso anno e questo ci aiuterà a lavorare al meglio.” ha detto Anderson, che successivamente ha rivolto un pensiero ai colleghi che non sono parte della rosa.

“Auguro tutto il meglio a chi è andato via, ora dobbiamo pensare al futuro.” Poi, riguardo al nuovo arrivato dallo Shakhtar Donetsk ha aggiunto: “Ho parlato già con Marcos Antonio, è un bravo ragazzo già molto voglioso di lavorare, imparare e conoscere il gruppo.”

L’esterno destro dell’attacco laziale ha spiegato le sue sensazione sulla prossima stagione: “Lo scorso anno dovevamo imparare molto, ci è servito un po’ di tempo. Nel finale di stagione si è vista la mano di Sarri. Quest’anno ci sarà qualcosa da aggiungere, ma siamo molto motivati perché se togliamo gli errori e continuiamo sulla strada intrapresa possiamo fare bene.

Noi vogliamo provare a comandare la partita contro chiunque, vogliamo rimanere più in alto possibile e vincere tutte le partite. Le critiche ci saranno sempre, io guardo i miei numeri e ciò che sto facendo per la squadra. Sono stato sempre presente e non è semplice. Ovviamente alcune volte si può giocare meglio.”

A Felipe Anderson è stato chiesto quali sono le differenze tra Pioli e Sarri: “Quando ero qui con Pioli avevo una mentalità diversa, sono passati molti anni e lo stile di gioco di Sarri è molto diverso. Con i due tecnici c’è uno sforzo diverso all’interno della partita, Sarri vuole comandare la partita e ci si riposa con il pallone tra i piedi.

Al termine della conferenza stampa Anderson ha tenuto ad inviare un messaggio ai tifosi biancocelesti: “Voglio ringraziare i tifosi per l’affetto ricevuto al mio ritorno. Ci avete sostenuto anche quando non andava tutto bene,  ora posso ricominciare a stare insieme. Io e tutti i miei compagni vi invitiamo a sostenerci in tutte le partite, abbiamo bisogno del vostro sostegno”.