Lazio – Bologna, Sarri: “Vi spiego perché ho fatto poco turnover. Su Luis Alberto…”


Seconda vittoria di fila tra campionato e Coppa. La Lazio sembra aver intrapreso la giusta strada verso la continuità. Ora il prossimo step si chiama Milan. Una sfida difficile contro un avversario tosto e ferito. Ma come si dice in questi casi…”Step by step“. Intanto è giusto godersi la vittoria di oggi e l’accesso ai quarti di finale di Coppa Italia da domani si penserà alla sfida con i rossoneri. Della vittoria di oggi e della prossima partita ha parlato anche il mister Maurizio Sarri ai microfoni ufficiali della Lazio:
Abbiamo trovato una squadra pericolosa che ha fatto 9 punti nelle ultime 5 giornate, una squadra in evoluzione positiva difficile da affrontare, abbiamo fatto bene. Senza un attaccante centrale la prima mezz’ora non è stata semplice ma abbiamo fatto bene. 4-5 palle gol, non abbiamo concesso nulla e quindi quella di oggi è una buona prestazione. Hysaj ha ripetuto la prova di Sassuolo facendo una buona gara e siamo contenti di rivedere Maximiano e in ottima salute anche Patric

POCO TURNOVER –Sul tridente c’era poco da fare, era una scelta quasi obbligata. La scelta di cambiare poco? Il primo motivo è che queste sono gare molto pericolose dal punto di vista dell’approccio e il secondo è che ora siamo in in una fase in cui la Coppa Italia ha un appeal minore ma che poi si fa interessante. Visto che la prossima gara la giochiamo tra cinque giorni ho deciso di dare un messaggio alla squadra: manifestazione importante, giocano giocatori importanti“.

MARCOS ANTONIO – E’ un discorso particolare, sta bene, è un buon giocatore e può essere inserito ma in un centrocampo diverso da quello che ha giocato oggi. In questo momento i giocatori che dobbiamo recuperare sono Vecino e Basic che sono in un momento calante, si allenano bene e spero di recuperarli ai massimi livelli molto velocemente“. 

LUIS ALBERTO –LuisAlberto? Vedendolo giocare oggi lo avresti tolto? No, e neanche io. Sta diventato un giocatore totale, non ci fa mancare niente in questo momento“.

MILAN – Sono preoccupato, il Milan è una squadra forte, prende tre schiaffi e avrà una reazione di grande livello. Sarei stato più contento se avessero vinto loro 3-0”.